Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.dermoclinico.it
READING

Collagene: la proteina della giovinezza

Collagene: la proteina della giovinezza

Più collagene = meno rughe. Non ci sono alternative: quando la produzione comincia a diminuire, occorre un supplemento. Dall’esterno e dall’interno

La definizione scientifica di collagene è glicoproteina fibrosa. “Questa sostanza è una fibra elastica di sostegno, che consente alla pelle di mantenersi compatta e forte”, spiega il professor Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis. Il collagene costituisce ben il 20% dell’organismo, come elemento che dà elasticità e coesione non solo alla pelle, ma anche alle unghie, ai capelli, ai denti, alle ossa, ai muscoli e alle articolazione.

Diminuisce con l’età

“La produzione di collagene diminuisce con l’età, fino a subire un netto calo con il cessare della produzione ormonale”, spiega il professor Di Pietro. “Sono gli estrogeni, infatti, a stimolare le cellule del derma a produrre elastina e collagene, il costituente fondamentale per l’elasticità e la tonicità cutanee”.

Questo spiega perché il passare del tempo di traduce in una progressiva perdita di compattezza dell’epidermide e in una conseguente comparsa di rughe e cedimenti a poco a poco sempre più significativi.

Si può ricreare con la vitamina C

La bella notizia è che alla carenza di collagene di può facilmente sopperire. “Innanzitutto con un’alimentazione attenta. Ci sono cibi che aiutano la produzione di collagene, in particolare tutti quelli ricchi di vitamina C, come gli agrumi e i kiwi, i broccoli e i peperoni e gli alimenti che contengono lisina e manganese, come i legumi, i cereali integrali, la frutta secca e il cioccolato fondente”, spiega lo specialista.

Gli integratori che danno tono

Se la dieta può fare molto per favorire la produzione di collagene, l’età gioca ancora una volta a sfavore, visto che con il passare degli anni l’organismo rallenta anche il processo con cui trasforma gli elementi nutritivi in sostanze benefiche.

Diventa, quindi, importante sopperire alla carenza di collagene con integratori specifici. In Giappone e negli Stati Uniti lo fanno da tempo, consumando drink a base di collagene. In Europa la tendenza è piuttosto recente ma sta conoscendo un successo in crescita: sono molti gli integratori liquidi o in polvere, capaci di apportare dall’interno il collagene che viene a mancare.

Una formula, tante azioni

Per essere perfettamente assimilabile dall’organismo, la formula degli integratori per la pelle, oltre al collagene in forma idrolizzata, contiene:

    • acido ialuronico dalla decisa azione idratante;
    • oli vegetali, come quello di borragine, che contribuiscono a dare elasticità;
    • vitamine, come la C, che stimola ulteriormente la produzione del collagene e la vitamina E, protettiva e antiossidante;
    • oligoelementi, come rame e zinco che rivitalizzano;
    • antiossidanti ed estratti selezionati, come il tè bianco, che forniscono sostegno alla cute.

L’aiuto dei cosmetici

Un ulteriore modo per compensare la progressiva carenza di collagene e aiutare la cute a mantenersi elastica e compatta è quello di agire dall’esterno, utilizzando un cosmetico rassodante.

“Nella formula di questi trattamenti sono presenti sostanze, in genere peptidi, che agiscono proprio stimolando la produzione di collagene”, spiega il professor Di Pietro.

Sono prodotti utili in funzione antietà, anche grazie alla presenza di altre sostanze che proteggono le fibre elastiche dalla degradazione, aumentano la densità cutanea e agiscono contro i radicali liberi, che favoriscono la perdita di tono dell’epidermide.

Servizio di Alberta Mascherpa con la consulenza del professor Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis

Facebook Comments

VEDI ANCHE: