Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

Viso luminoso con la Biofotonica


Per mantenere un viso sano e autenticamente bello è essenziale aiutare la pelle a vivere e a rinnovarsi. Tra le varie terapie per il ringiovanimento cutaneo che si possono effettuare dal dermatologo, c’è una nuova metodica non invasiva che aiuta a rigenerare la cute con risultati del tutto naturali. Agisce grazie alle potenzialità della luce, stimolando i meccanismi di autoriparazione della cute convertendo l’energia luminosa per stimolare la pelle a livello cellulare.

Appartiene a questa gamma di soluzioni l’innovativa terapia biofotonica che, ispirandosi alla fotosintesi delle piante, associa sinergicamente l’azione di una lampada multi-LED a uno speciale gel foto-convertitore, capace di produrre un’energia luminosa fluorescente per sollecitare i meccanismi naturali di riparazione della pelle, favorendone i processi biologici. In pratica il gel agisce da veicolante delle onde luminose e consente di diffondere le varie lunghezze d’onda nel derma in modo più rapido ed efficace. Il risultato è un’azione anti-aging globale, senza aghi e indolore.

Questa nuovissima tecnologia, si basa  sull’interazione tra i fotoni e i fibroblasti (cellule del derma preposte alla produzione del collagene), in termini scientifici è conosciuta come fotobiomodulazione. Per fotobiomodulazione si intende una recente tecnica di stimolazione cellulare, attuata tramite una luce LED (Light Emitting Diode) emessa da una sorgente laser a diodi che non emette calore (e non viene emessa né generata luce UV o infrarossa).

Questa biostimolazione si tradurrebbe in:

  • aumento dell’attività dei fibroblasti, con conseguente produzione di collagene ed elastina 
  • migliore microcircolazione
  • inibizione delle metalloproteinasi (una famiglia di enzimi la cui funzione principale è la degradazione delle proteine della matrice extracellulare, come il collagene, la laminina, la fibronectina, l’elastina e la parte proteica dei proteoglicani).

Raggi di luce contro l’acne


Il trattamento si svolge in brevi sedute. Si pulisce la pelle da trattare, applicando il gel foto-convertitore, che viene poi illuminato per pochi minuti con la lampada multi-LED. Si crea così l’energia fluorescente che stimola la cute. Il gel viene infine rimosso e la pelle appare visibilmente rigenerata.

I benefici sono diversi. Si induce un aumento significativo della produzione di collagene, proteina fondamentale per il mantenimento della qualità strutturale della pelle, e si favorisce, di conseguenza, l’eliminazione delle rughe sottili e l’attenuazione di eventuali cicatrici.

Il trattamento si può eseguire su viso, collo, mani e décolleté. Grazie alle capacità di agire sui meccanismi di riparazione della pelle, la tecnica biofotonica si dimostra, inoltre, efficace nella cura dell’acne e della rosacea.

Viso luminoso con la terapia biofotonica: consulto online del migliore dermatologo a Milano all'Istituto Dermoclinico Vita Cutis Plinio

Facebook Comments

VEDI ANCHE: