Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Punture di medusa: cosa fare e non fare

Punture di medusa: cosa fare e non fare

Punture di medusa: : i migliori consigli del Dermatologo Antonino Di Pietro dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano
Sono tra gli inconvenienti più comuni della vita da spiaggia: le punture di medusa. Fortunatamente, le meduse presenti lungo le coste italiane non sono in genere pericolose. Possono tuttavia provocare fastidi, come prurito e dolorose striature cutanee.

Il prof. Antonino Di Pietro, specialista dermatologo a Milano e direttore scientifico dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis, spiega cosa fare e cosa non fare in caso di incontri ravvicinati con queste creature marine.

Punture di medusa: vietato toccarsi

La prima cosa da evitare nel caso in cui si entri a contatto con una medusa è passare la mano sulla parte di pelle lesa. Sui tentacoli di questi animali, infatti, sono presenti sferette gelatinose che contengono sostanze altamente urticanti.


Punture di riccio di mare: un imprevisto della vita da spiaggia. Cosa fare?


Toccando l’area cutanea colpita si rischia di rompere le sferette: il loro contenuto può così cospargersi sulla pelle, provocando un aumento dell’irritazione in corso.

Il Kit di pronto intervento

Per poter affrontare l’ermergenza, può essere utile portare in spiaggia un piccolo “Kit” composto da un coltello e una crema a base di Alukina, composto naturale abitualmente usato nel trattamento della Dermatite Seborroica ma che, in virtù delle sue proprietà lenitive e antinfiammatorie, può essere d’aiuto anche per diminuire l’effetto urticante scatenato dalle punture di medusa.


Eritema solare: come curarlo e prevenirlo


Se durante il bagno in mare si viene a contatto con una medusa occorre seguire questi passaggi:

  1. gettare sulla parte interessata dell’acqua salata;
  2. passare sulla zona il dorso della lama del coltello in modo da togliere le sferette urticanti depositate sulla pelle. La lama va mossa dal basso verso l’alto, con delicatezza;
  3. sciacquare di nuovo l’area lesa con acqua salata;
  4. applicare la crema contenente Alukina, ricordando di non esporre la zona interessata al sole, per evitare la comparsa di eventuali macchie scure.

Se il dolore e il bruciore persistono, si può assumere un antidolorifico.

In caso di reazioni importanti

Se dopo essere entrati a contatto con una medusa si verificano reazioni significative come disturbi cutanei diffusi, pallore, sudorazione, disorientamento o difficoltà respiratorie è fondamentale recarsi nell’immediato al Pronto Soccorso più vicino. Sintomi di questo tipo indicano infatti una reazione allergica che potrebbe evolvere anche in shock anafilattico.

Punture di medusa: consulto online del migliore dermatologo a Milano all'Istituto Dermoclinico Vita Cutis Plinio

Facebook Comments

VEDI ANCHE: