Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

La pelle nel profondo: i trattamenti rigeneranti p...

La pelle nel profondo: i trattamenti rigeneranti per nutrirla e difenderla

Trattamenti rigeneranti: i migliori consigli del Dermatologo Antonino Di Pietro dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano
Dall’attività sottotraccia dipende la salute della pelle in superficie. Trattamenti rigeneranti come raggi Led, Radiofrequenza e microaghi stimolano quest’area sommersa e infaticabile

La pelle inizia a invecchiare da quando siamo giovani. Le cellule del derma, i fibroblasti, cominciano a rallentare la loro attività a partire dai vent’anni. E mentre coccoliamo l’epidermide, lo stato più superficiale della cute, con i cosmetici, nel derma appena sotto si svolge il lavoro pesante: dobbiamo produrre le sostanze giuste per nutrire, riparare e difenderci dalle aggressioni esterne. Una tra tutte: il collagene.

«Immaginiamo un dizionario di latino, di quelli che si usavano al liceo: l’epidermide è la sottile copertina, il derma lo spessore delle pagine. Il derma è un tessuto connettivo che ha uno spessore che va da 3 a 10 mm, ricco di vasi sanguigni e linfatici, è il “dietro le quinte” dell’epidermide, che invece è di appena 1 millimetro», dice Antonino Di Pietro, dermatologo a Milano, presidente fondatore dell’Isplad e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis. «Ogni giorno, nel derma, si combatte una battaglia contro l’invecchiamento, causato soprattutto dai raggi solari. E quotidianamente, molte cellule muoiono o vengono irreparabilmente danneggiate. Per questo è importante sostenere la sua attività usando una protezione solare».


Acido ialuronico: gli effetti sulla pelle


Ma non tutta la luce viene per nuocere. In dermatologia, i raggi luminosi prodotti dai Led vengono utilizzati con successo nel trattamento dell’acne e nei protocolli antinvecchiamento. Questo perché nei fibroblasti vivono piccoli organi, chiamati citocromi, che rispondono in modo diverso a seconda delle radiazioni ricevute. «Con i raggi giallo-rossi i citocromi trasformano la luce in energia vitale e attivano la produzione di collagene. Non a caso, la luce rossa è usata anche nelle serre per stimolare la produzione di clorofilla nelle piante. I raggi blu o ultravioletti, invece, vengono usati per uccidere i batteri dell’acne», spiega Di Pietro.

Trattamenti rigeneranti per la pelle: sulla giusta frequenza

Ogni giorno siamo attraversati da onde radio emesse da televisori, computer e cellulari. Quelle onde attraversano i nostri corpi creando delle vibrazioni, ed ecco perché vengono usate in dermatologia ad alta intensità per tagliare i tessuti in piccoli interventi chirurgici, oppure a bassa intensità e in modo indolore per stimolare le a produrre collagene ed elastina.


Proteggere, nutrire, rinnovare, rigenerare


«La radiofrequenza arriva in profondità, fino alla superficie del muscolo contrastandone il rilassamento e donando compattezza e turgore. Non essendo però un trattamento definitivo, è necessario sottoporsi a un ciclo di 4 o 5 sedute, una ogni 15 giorni, per la prima volta; poi basta una seduta di mantenimento ogni tre mesi», dice Di Pietro. […]

Il Picotage

Sfrutta sempre aghi sottilissimi, la tecnica del Picotage usata per portare nutrimento alle cellule. «Sono microiniezioni di acido ialuronico nel derma, e sono indolori perché gli aghi arrivano al massimo a un millimetro di profondità, dove non ci sono terminazioni nervose o capillari», assicura Di Pietro. […]

Per bocca

«L’attività del derma può essere sostenuta anche con integratori specifici a base di fosfolipidi, biotina e rame. Efficaci sono anche i flavonoidi estratti dalle gemme di pino, con proprietà antiossidanti e antiage», spiega Antonino Di Pietro, dermatologo plastico a Milano.

di Rossella Fiore

Trattamenti per la pelle: consulto online del migliore dermatologo a Milano all'Istituto Dermoclinico Vita Cutis Plinio

Facebook Comments

VEDI ANCHE: