Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Pulire bene il viso dallo smog, nei mesi freddi an...

Pulire bene il viso dallo smog, nei mesi freddi ancora di più

Le abbiamo provate tutte, dalle mascherine ai prodotti cosmetici che si dichiarano antismog, ma i livelli di inquinamento atmosferico aumentano di anno in anno e a soffrirne è soprattutto la pelle. In inverno diventa quindi priorità assoluta comprendere come difendersi dallo smog per evitare di danneggiare il tessuto cutaneo e prevenire l’invecchiamento della pelle, che risulta velocizzato dalle polveri sottili. Scopriamo insieme come.

Smog: come si forma?

Smog: come si forma e perché aumenta in inverno.Nonostante lo sviluppo continuo di rimedi e strategie per ridurre lo smog, le previsioni di Simon Upton, direttore ambiente dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) sono pessimistiche. Diverse ricerche ambientali certificano infatti come l’inquinamento atmosferico sia inevitabilmente destinato ad aumentare. Ma da cosa è causato lo smog e perché i livelli di polveri sottili e inquinanti si alzano soprattutto in inverno? Lo smog si forma a causa della pressione dell’aria che si raffredda velocemente a contatto con il suolo e rimane intrappolata nei livelli inferiori dell’atmosfera. Lo stesso fenomeno interessa l’umidità che, con il calo delle temperature, non si disperde verso l’alto, ma si stanzia a livello terrestre. La parola smog deriva infatti della fusione di due parole inglesi: smoke (fumo) + fog (nebbia).

Smog: cosa provoca alla salute di pelle e corpo?

Smog e polveri sottili modificano i livelli di acidità della pelle causando danni cutanei non indifferenti. Analizzando l’epidermide di alcune pazienti di diverse metropoli italiane, si sono riscontrati inestetismi cutanei simili causati dagli elevati livelli di smog di Milano, Torino e Napoli. Le aggressioni delle polveri sottili sulla pelle si sono tradotte principalmente nei seguenti fenomeni epiteliali:

  • Perdita di luminosità e idratazione cutanea, che si riflette in un incarnato grigio e spento;
  • Aumento di macchie cutanee e discromie;
  • Incremento di inestetismi cutanei come couperose e rosacea;
  • Velocizzazione del processo di invecchiamento della pelle.

Ad aggravare sulla salute di pelle e corpo sono principalmente due sostanze che troviamo disperse nell’aria: l’ozono e il particolato. Più l’aria è ricca di queste particelle più è importante trovare modi efficaci per proteggersi dallo smog. A rischio sono anche i polmoni, in particolare quelli dei più piccoli. Casi di asma e allergie pediatriche si sono recentemente moltiplicati in bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni, così come sono aumentate le diagnosi di bronchite in adulti e bambini.

Smog: come proteggersi?

Come difendersi dallo smog nella maniera più adeguata? Il primo passo consiste nel chiedere consiglio a un esperto dermatologo o farmacista per individuare formulazioni adatte a proteggere seriamente il film idrolipidico cutaneo. Una corretta skincare quotidiana anti-smog prevede questi semplici passaggi:

  1. La detersione, pratica spesso trascurata o eseguita con superficialità: un errore tremendo, poiché una pelle correttamente pulita conserva la sua giovinezza più a lungo. Per un démaquillage efficace anche nei mesi più freddi, è utile affidarsi a una texture emolliente e idratante di un latte detergente antiage. I migliori sono arricchiti da eccipienti come vitamina C dall’azione antiossidante e amica del microcircolo, che aiuta a prevenire arrossamenti.
  2. Applicazione dell’acqua micellare, per perfezionare la pulizia del viso ed eliminare anche la particelle di smog più resistenti. Questo particolare prodotto struccante contiene prebiotici, che aiutano a mantenere in equilibrio il microbioma dell’epidermide, rendendo la pelle pronta ad affrontare le aggressioni esterne.
  3. Applicazione della crema giorno anti-aging: tra i principi attivi che aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi, favorendo un’azione nutriente e antinfiammatoria, vi sono soprattutto vitamina E e peptidi. Importante anche la presenza di filtri solari, che schermano la pelle dalle polveri sottili e impediscono l’occlusione dei pori responsabile della comparsa di punti neri e comedoni.
  4. Applicazione finale del siero concentrato, che completa la beauty routine anti-smog grazie a un trattamento notte rigenerante e antiage specifico in grado di ricaricare la pelle dopo l’intera giornata. Di innovazione italiana, trovi sieri per il viso con Fospidina che rispettano anche le pelli più delicate e sensibili.

Come difendersi dallo smog: un aiuto dal dermatologo

Smog e particelle inquinanti possono favorire la comparsa di macchie cutanee. Per eliminarle, un ottimo suggerimento è quello di rivolgersi a un centro di dermatologia. Terapie con peeling chimico e laser per macchie cutanee corrispondono ai trattamenti più efficaci e risolutivi nella lotta contro le macchie della pelle. Il peeling ha infatti un’azione esfoliante che aiuta a stimolare la produzione di collagene, per una pelle più compatta e luminosa, mentre le sedute di laser per macchie cutanee sono precise nel colpire l’accumulo di melanina che causa la macchia cutanea, per un risultato visibile sin dalle prime sedute.

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: