Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Come combattere i brufoli e perché non averne verg...

Come combattere i brufoli e perché non averne vergogna

L’acne è un inestetismo che pensiamo di lasciarci alle spalle superata l’adolescenza. In realtà, è sempre più diffuso un tipo di acne tardiva che colpisce donne e uomini in età compresa tra i 30 e i 50 anni. A causare la comparsa di questo inestetismo possono essere diversi fattori come smog, stress e problemi ormonali. Ma se fino a poco tempo fa spopolavano sui social video e tutorial su come togliere i brufoli dalla faccia, oggi molti influencer e celebrity fanno un punto di forza il mostrarsi senza filtri, anche in presenza di brufoli. Il professor Di Pietro sul Corriere della sera chiarisce come eliminare i brufoli con il trattamento corretto per non lasciar alcun segno sulla pelle.

È possibile soffrire di acne in età adulta?

L’acne può colpire anche dopo l’adolescenza: ovviamente i soggetti predisposti sono quelli che hanno già sofferto in passato di questo disturbo, ma possono verificarsi casi isolati in cui questo inestetismo colpisce per la prima volta dopo i 30 anni. Le cause principali solitamente coincidono con delle alterazioni ormonali dovute agli androgeni. Questi ormoni causano un’eccessiva produzione di sebo, che occlude i pori generando punti neri e brufoli. Anche situazioni di stress e ansia possono incentivare la produzione di androgeni che, nei soggetti predisposti, si traduce nella comparsa di sintomi riconducibili all’acne. Attenzione a quando si scelgono detergenti e dermocosmetici: se non rispondono alle corrette esigenze del tessuto cutaneo, possono causare ipersensibilità delle ghiandole sebacee e conseguente sovrapproduzione di sebo.

Perché evitare di nascondere i brufoli con il trucco

Il caso Emma Ford: quando l'acne diventa social.

Emma Ford

È diventata star dei social grazie ai video su come eliminare i brufoli e dispensando consigli per trovare i rimedi naturali contro i brufoli. Parliamo di Emma Ford, impiegata londinese che grazie al suo canale YouTube dedicato ai rimedi contro i brufoli si è creata un seguito di ben un milione di followers. Emma ha cominciato a sviluppare un’acne tardiva intorno ai 20 anni e ha cercato di condividere online i suoi metodi e trattamenti per cercare di mascherare questo inestetismo. Le reazioni del web sono ovviamente discordanti e perfino meschine. La ragazza ha ricevuto molte critiche e insulti sul suo aspetto fisico, mentre alcuni utenti si sono identificati e ritrovati nella situazione di Emma. Altre celebrity stanno seguendo questa filosofia dimostrarsi senza trucco e senza filtri anche in presenza di acne. Tra le ultime giovanissime attrici italiane, Matilde Gioli ha espresso la sua opinione:

Non mi piace barare. Se ho i brufoli, esco di casa coi brufoli.

Trucco e make up sono efficaci per nascondere gli inestetismi dell’acne tardiva, ma non sono utili per sconfiggere questo inestetismo e in alcuni casi possono peggiorare l’aspetto del tessuto cutaneo. Quando l’acne colpisce in maniera aggressiva è fondamentale recarsi da un dermatologo specialista.

I rimedi fai da te per i brufoli che NON funzionano

Attenzione a tutti quei rimedi naturali contro i brufoli che si trovano online. I più diffusi sono impacchi di dentifricio, impacchi al basilico, maschere con latte e miele o al limone. Questi rimedi naturali riportano più danni che benefici, soprattutto se l’acne è diffusa ed è presente su viso e collo. Nelle parti più sensibili come collo e contorni del viso è difficile eliminare i brufoli senza provocare dolore e rossore. Per questo è importante rivolgersi a uno specialista prima di inventarsi terapie fai da te, che possono lasciare segni poco gradevoli sulla pelle. Sono, infatti, molto diffusi anche i tutorial per eliminare le macchie dei brufoli e cioè quelle piccole cicatrici che si formano a seguito di tentativi ortodossi contro punti neri e foruncoli.

Creme contro l’acne a base di Alusil e Isotretinoina

Il tuo dermatologo saprà sicuramente consigliarti come eliminare i brufoli. Dopo una diagnosi accurata, lo specialista è in grado di stabilire la gravità dell’acne tardiva e stabilire la terapia più adatta. La crema per acne con Alusil, composto di microspugne d’argento che agiscono con un’azione antibatterica e antiasettica, è uno tra i prodotti migliori in commercio, come afferma il professore e direttore dell’Istituto Dermoclinico di Milano Antonino Di Pietro. Nei casi in cui la crema per brufoli non sia sufficiente e non si notino miglioramenti dopo circa 3 mesi di trattamento può essere necessaria una cura farmacologica con isotretinoina in crema o in capsule. ll vero segreto per sconfiggere l’acne è comunque armarsi di pazienza e saper accettare questo inestetismo, nella speranza che sia passeggero e si risolva nel minor tempo possibile.

 

Facebook Comments

Dermatologo Plastico a Milano - Fondatore e Direttore Istituto Dermoclinico Vita Cutis

VEDI ANCHE: