READING

Estate: tempo di funghi… piedi a rischio!

Estate: tempo di funghi… piedi a rischio!

Micosi estivePur essendo uno dei periodi dell’anno più amati, l’estate può portare con sé qualche fastidioso disturbo. Particolarmente diffuse nei mesi più caldi sono le micosi, funghi della pelle che possono colpire diverse zone.

Una delle aree più interessate è il piede, che può manifestare funghi come la Tinea Pedis, comunemente detta “Piede d’atleta”, o l’Onicomicosi.

Parliamo di questi due disturbi con il Prof. Antonino Di Pietro, specialista dermatologo a Milano e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis.

La Tinea Pedis o Piede d’atleta: sintomi e cura

La Tinea Pedis si presenta con spaccature della pelle negli spazi tra le dita dei piedi e, nei casi più seri, con chiazze rossastre e vesciche dolorose, che possono evolvere in infezioni.

Questi sintomi, se trascurati, possono rendere molto difficoltoso camminare. Ai primi segnali è perciò importante intervenire, rivolgendosi al dermatologo per una valutazione. Nel caso in cui le lesioni si presentano circoscritte, come primo intervento, si possono effettuare dei pediluvi, due volte al giorno, mattina e sera.


Piedi in forma: ecco come fare


Il paziente deve immergere i piedi per una decina di minuti in acqua tiepida, in cui sono stati sciolti un paio di cucchiai di bicarbonato, sostanza dall’azione disinfettante. Una volta concluso il pediluvio, i piedi non vanno risciacquati e devono essere asciugati con cura, tamponando la pelle senza frizionare e cercando di non lasciare parti umidi.

Nelle zone tra le dita, vanno poi applicate un paio di gocce di olio di malaleuca. Se in due settimane, i sintomi del fungo non si alleviano, è necessario ricorrere a pomate antifungine, che possono comunque essere associate ai pediluvi a base di bicarbonato.

L’onicomicosi: sintomi e cura

L’onicomicosi è un’infezione superficiale delle unghie, che si manifesta con una macchia biancastra o giallognola che tende ad allargarsi progressivamente fino a rendere l’unghia colpita rugosa, debole e facile alla rottura. Anche questa infezione va adeguatamente trattata perché può peggiorare, rendendo impossibile portare le scarpe.


Difendiamo le unghie


Come terapia, diffuso è l’uso di appositi smalti a base di principi attivi come l’amorolfina e la ciclopiroxolamina, in grado si sradicare il fungo responsabile.

La prevenzione

Alcuni accorgimenti consentono di contrastare la comparsa delle micosi ai piedi. Ecco alcuni tra i più utili:

  • evitare di camminare a piedi nudi nei luoghi frequentati da più persone, come bordi delle piscine, spogliatoi, docce di palestre. In questi ambienti, è importante indossare sempre delle ciabatte di plastica;
  • disinfettare le ciabatte una volta a settimana, immergendole per dieci minuti in un paio di litri di acqua arricchiti con mezzo bicchiere di candeggina o di un’altra sostanza disinfettante. Trascorsi i dieci minuti, risciacquare le ciabatte per eliminare eventuali residui di disinfettante che potrebbero irritare la pelle, e poi asciugarle al sole;

 


Onicomicosi: la “malattia” delle unghie


 

  • curare l’igiene dei piedi, lavandoli con detergenti non aggressivi, per fare in modo che le difese naturali della pelle non si indeboliscano. Dopo ogni lavaggio, asciugare i piedi con attenzione, mettendo particolare cura nell’area tra le dita;
  • indossare calzature morbide e comode, evitando i materiali sintetici che impediscono la traspirazione e provocano un’intensa sudorazione del piede, tra le principali cause della comparsa delle micosi.

 
LEGGI ANCHE

Piedi in forma: ecco come fare

 

Facebook Comments