Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

Creme solari: come sceglierle?

protezione solareNel momento in cui ci si ritrova ad acquistare il prodotto solare è normale avere qualche dubbio di fronte alla vastità di creme, spray e oli disponibili. In base a quali criteri vanno scelti, allora, i prodotti?

Il fototipo

Il primo elemento da tener presente è il fototipo, una classificazione usata in dermatologia per indicare le caratteristiche della pelle in rapporto all’esposizione solare. In base alla tipologia di carnagione, al colore dei capelli e alle presenza o meno di efelidi, si distinguono sei fototipi.


Cos’è il fototipo?


Più il fototipo è basso più la protezione solare da usare deve essere elevata per evitare rischi e problemi alla pelle. Chi, per esempio, ha un fototipo 1, ossia presenta una pelle molto chiara, capelli rossi e numerose efelidi, tende a scottarsi con facilità e perciò deve optare per una protezione molto elevata, indicata con la dicitura Spf 50+, dove “Spf” sta per “Sun Protection Factor”. Chi invece ha un fototipo 6, ovvero pelle e capelli molto scuri, può scegliere una protezione bassa, indicata con la dicitura Spf da 6 a 10.

La texture

Anche nella scelta della texture è preferibile tenere presente alcuni fattori. Le creme, presentando una consistenza ricca e corposa, sono più indicate per le persone con pelle sensibile o chiara. Gli oli, avendo una composizione che tende ad attirare i raggi solari, sono più adatte a chi ha la pelle scura.

Attenzione alla data di scadenza

Per evitare problemi alla cute, va ricordato che i prodotti solari hanno una data di scadenza. Una volta aperti, occorre far riferimento al PAO, un simbolo presente sulle confezioni, rappresentato da un vasetto aperto. Questo simbolo indica i mesi entro i quali bisogna utilizzare il cosmetico in seguito all’apertura del prodotto.

I solari aperti l’anno precedente non vanno riutilizzati poiché potrebbero aver perso l’efficacia. Usandoli, si correrebbe il rischio di non essere protetti, con tutte le conseguenti problematiche per la pelle che ne potrebbero scaturire: dal semplice eritema alla comparsa di macchie fino, nel peggiore dei casi, alla successiva manifestazione di melanomi.

 

LEGGI ANCHE

Preparare la pelle al sole: vero-falso per un’abbronzatura sana

 

Facebook Comments

VEDI ANCHE: