Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Dermatite da contatto: cosa succede a primavera?

Dermatite da contatto: cosa succede a primavera?

Dermatite da contatto a primaveraCon l’arrivo della primavera per molte persone sopraggiungono fastidiose allergie che possono riguardare non solo le vie respiratorie e gli occhi ma anche la pelle.

Tra i disturbi che interessano la cute e che proprio nel periodo primaverile possono conoscere un peggioramento, c’è la dermatite da contatto  su base allergica. Un tipico esempio è l’allergia al nichel che tende ad accentuarsi proprio con l’arrivo della bella stagione, come conseguenza dell’aumento della sudorazione.

La manifestazione

La dermatite da contatto è un tipo di infiammazione cutanea che si manifesta nelle persone che, in seguito a un contatto con determinate sostanze dette “allergeni”, sviluppano sintomi quali prurito, arrossamento, bruciore, lesioni squamose o vescicole, in alcuni casi con perdita di siero , che porta alla formazione di croste. Tra le aree più colpite ci sono le mani e il viso, ma le dermatiti da contatto possono comparire anche in altre parti del corpo.

Identificazione dell’allergene

La tecnica usata per individuare le sostanze che scatenano le dermatiti da contatto si chiama Patch Test. Per eseguire l’esame piccole quantità delle sostanze da testare, dette “apteni”, vengono posizionate in cellette unite a un cerotto (o “patch”). Il cerotto viene poi applicato sulla pelle del paziente e mantenuto dalle 48 alle 72 ore, concluse le quali lo specialista provvede a rimuoverlo, verificando il risultato del test.

Trattamento e accorgimenti

Cosa occorre fare dopo aver identificato l’allergene?

  1. Il primo accorgimento consiste nell’evitare il contatto con la sostanza da cui deriva l’eruzione cutanea. Una volta allontanata la causa scatenante, lo sfogo generalmente scompare entro tre settimane;
  2. Per migliorare i sintomi, a seconda della gravità del caso e del tipo di reazioni, il dermatologo può prescrivere pomate al cortisone o antistaminici per bocca;
  3. In presenza di dermatite da contatto è molto importante non grattarsi per evitare di far peggiorare il disturbo, che può degenerare in infezioni molto fastidiose.
Facebook Comments

VEDI ANCHE: