Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

Impetigine: come tenerla a bada

impetigine L’impetigine è un‘infezione batterica piuttosto diffusa tra i bambini, soprattutto nella fascia d’età compresa tra i due e i sei anni. Si contraddistingue per la presenza di vescicole e piccole bolle rosse piene di liquido, che in seguito si rompono formando una crosticina gialla accompagnata da prurito intenso.

Le aree del corpo che possono essere interessate sono diverse, ma generalmente l’infezione compare sul naso, sulla bocca, sul collo. A provocarla sono due tipologie di batteri, lo Staphylococcus aureus e lo Streptococcus pyogenes, che si fanno strada approfittando di una puntura di insetto, di un piccolo taglio o di un graffio.

Pur essendo molto contagiosa, come evidenziato anche dall’americana Food and drug administration (Fda), l’impetigine è gestibile. Cosa occorre fare?

  • Appena di avvertono i sintomi, è consigliabile recarsi dal medico, che prescriverà la cura adatta, solitamente a base di antibiotici sia per via orale sia per uso locale;
  • Le aree colpite vanno pulite;
  • Occorre evitare i graffi, tenendo le unghie dei bambini corte;
  • Dopo aver toccato le zone infette, è necessario lavarsi le mani per evitare di diffondere l’infezione in altre parti del corpo o contagiare altre persone;
  • Se i sintomi peggiorano, il dolore e il gonfiore aumentano e compare la febbre, è importante rivolgersi al medico.
Facebook Comments

VEDI ANCHE: