Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

L’acne rallenta l’invecchiamento

Acne e invecchiamentoDalla scienza arriva una rivincita per chi soffre o ha sofferto di acne. Le persone che  hanno avuto questo disturbo cutaneo, a quanto pare, invecchierebbero più lentamente. A sostenerlo è uno studio condotto nel King’s College di Londra e pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology.

I ricercatori hanno rilevato come, rispetto ai coetanei, chi ha avuto problemi di acne e brufoli, alla soglia dei 40-50 anni, presenterebbe una pelle più giovane. L’età biologica del loro corpo risulterebbe inoltre meno avanzata, proprio come se l’organismo invecchiasse con maggiore lentezza. In media, è stato rilevato che chi ha sofferto di acne apparirebbe circa cinque o sei anni “più giovane” rispetto ai propri coetanei.

Secondo gli studiosi, questa particolare condizione deriverebbe dai globuli bianchi addetti alla protezione della cute. I ricercatori hanno infatti riscontrato che nei soggetti acneici,  i globuli bianchi presantano telomeri più lunghi alle estremità dei loro cromosomi. Nel normale processo di invecchiamento, i telomeri si accorciano con gradualità, conducendo progressivamente alla morte cellulare. Telomeri più lunghi, perciò, garantirebbero un invecchiamento più lento.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno coinvolto 1.205 coppie di gemelle, tra le quali un quarto aveva sofferto di acne durante l’adolescenza o in gioventù. Le analisi realizzate sui telomeri dei globuli bianchi hanno rivelato che tra le partecipanti, le ex-acneiche presentavano telomeri più lunghi e, di conseguenza, un’età biologica minore rispetto alle controparti che non avevano avuto problemi di acne.

Questa è una grande notizia per coloro che hanno subito il trauma dell’acne durante l’adolescenza o da ventenni.” – hanno commentato gli autori dello studio. “Possono soffrire quando sono giovani, ma raccoglieranno i benefici quando saranno più grandi.”

Facebook Comments

VEDI ANCHE: