Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Farmaci d’estate: dall’AIFA una guida ...

Farmaci d’estate: dall’AIFA una guida all’uso sicuro

farmaciDurante i mesi più caldi, la temperatura elevata, il tasso di umidità, la maggiore intensità dei raggi solari possono incidere sull’efficacia, l’integrità e la sicurezza dei farmaci e, di conseguenza, anche sui loro effetti sull’organismo.

Per chi è costretto ad assumerli perché sta seguendo una cura, ma anche per chi li impiega saltuariamente, è perciò di findamentale importanza sapere come conservarli, trasportarli e quali precauzioni prendere nella somministrazione. Per questo motivo, l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha deciso di stilare una guida in cui illustra gli accorgimenti da seguire per evitare spiacevoli inconvenienti legati proprio alla conservazione, al trasporto e alla somministrazione dei farmaci durante l’estate.

Ecco alcuni dei punti più importanti illustrati nell’opuscolo:

  • Non assumere un farmaco che sembra avere un aspetto diverso dal solito o che presenta difetti (presenza di particelle solide in sospensione o sul fondo, cambio di colore o odore, modifica di consistenza), senza aver consultato il medico o il farmacista;
  • Il foglio illustrativo del farmaco indica le modalità di conservazione corrette. Qualora queste non siano specificate, il medicinale va conservato in luogo fresco e asciutto a una temperatura inferiore ai 25°;
  • Per chi soffre di una patologia cronica come il diabete o di una malattia cardiaca, un’alterazione di una dose di un farmaco fondamentale può essere rischiosa. Va prestata particolare attenzione anche con gli antiepilettici e gli anticoagulanti. Piccole modificazioni in medicinali come questi possono fare una grande differenza per la salute;
  • I farmaci spray non vanno esposti al sole o a temperature elevate e vanno trasportati in contenitori termici;
  • I farmaci per la tiroide, i contraccettivi e altri medicinali che contengono ormoni sono particolarmente sensibili alle variazioni termiche. Vanno conservati in ambienti freschi e a temperatura costante;
  • Chi deve affrontare un lungo viaggio in auto, deve trasportare i farmaci nell’abitacolo condizionato e/o in un contenitore termico. Va invece evitato il bagagliaio che potrebbe surriscaldarsi eccessivamente;
  • I farmaci a base di insulina vanno conservati in frigorifero. In caso di lunghi viaggi o se si ha la necessità di tenerli in auto per emergenza, devono essere conservati in un contenitore sicuro che li mantenga alla giusta temperatura;
  • Alcuni farmaci possono causare reazioni da fotosensibilizzazione, occorre perciò controllare attentamente le istruzioni;
  • Va evitata l’esposizione al sole, compreso il solarium, dopo l’applicazione di gel o cerotti a base di ketoprofene (fino a due settimane dopo il trattamento) o creme a base di prometazina, queste ultime spesso utilizzate per le punture di insetti o allergie cutanee.

La guida completa è scaricabile QUI

Facebook Comments

VEDI ANCHE: