Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Sesso: gli adolescenti italiani a rischio

Sesso: gli adolescenti italiani a rischio

Sessualità precoceGli adolescenti italiani hanno comportamenti a rischio per ciò che riguarda il sesso. I nostri giovanissimi sono infatti sempre più precoci nell’avere rapporti, senza però dimostrare di avere conoscenze adeguate sul fronte dell’educazione sessuale.

Lo rivela un’indagine condotta dal sito Skuola.net in collaborazione con la Società italiana contraccezione (Sic) su circa 7mila studenti tra gli 11 e i 25 anni. Dall’analisi è emerso che 1 su 10 tra coloro che hanno avuto rapporti non utilizza mai il preservativo o altri metodi di contraccezione. Tra gli under 14, inoltre, fascia in cui un ragazzo su quattro sostiene di avere avuto già rapporti completi, la percentuale addirittura quadruplica.

LEGGI ANCHE: Le malattie dell’amore: la Gonorrea

I dati evidenziano anche delle differenze in base alle provenienza geografica. Gli adolescenti del sud appaiono meno sensibili ai rischi: tra loro, il 15% dichiara di non usare abitualmente il profilattico, rispetto alla media nazionale pari a circa il 10%. La lista delle pessime abitudini non finisce qui. Il 33% dei giovani sostiene di fare a meno di metodi contraccettivi saltuariamente e anche quando li impiegano, non sempre optano per quelli più sicuri. Nel 7% dei casi, infatti, gli intervistati dichiarano di adottare frequentemente il coito interrotto, mentre il 2% il calcolo dei giorni.

Una percentuale piuttosto elevata di giovani, soprattutto tra gli under 14, si fida dei “falsi miti”: il 12% crede che sia sufficiente lavarsi con la Coca Cola dopo un rapporto per prevenire il concepimento, mentre l’8% pensa che durante il primo rapporto sessuale non si rischi nessuna gravidanza.

LEGGI ANCHE: Sesso: perché siamo passati dalla poligamia alla monogamia

Il quadro di incoscienza sulla materia sessuale si mostra altrettanto fosco per ciò che riguarda le credenze sulle malattie sessualmente trasmissibili. Oltre un adolescente su tre crede che sia impossibile trasmettere l’Hiv facendo sesso orale non protetto, mentre il 29% degli intervistati pensa che sia possibile guarire dalla malattia.

Un’evidente confusione emerge infine sui  metodi contraccettivi: il 17% dichiara che la pillola provoca il cancro e ben il 43% che fa ingrassare, mentre il preservativo viene considerato nel 7% dei casi incapace di proteggere sia dall’Hiv sia delle altre malattie sessualmente trasmissibili.

Di fronte a questi dati, risulta quindi fondamentale fare chiarezza tra i più giovani, che con la loro inconsapevolezza rischiano di compromettere il proprio futuro.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: