Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Fate i pediluvi con acqua e bicarbonato

Fate i pediluvi con acqua e bicarbonato

I pediluvi mantengono i piedi in salute, profumati e idratati. In caso di calli usate la pietra pomice: aiuta a rendere la pelle più morbida

«Per avere la pelle dei piedi morbida e profumata, prima di tutto consiglio, una volta ogni tre giorni, di fare un pediluvio in acqua tiepida e bicarbonato oppure di aggiungere nell’acqua rametti di rosmarino. Poi consiglio di usare la pietra pomice e di massaggiare i piedi con una crema a base di sostanze idratanti. Inoltre suggerisco di non tagliare le unghie dei piedi troppo corte, di indossare scarpe comode e di usare le solette». Questi sono i suggerimenti di un grande medico, il professor Antonino Di Pietro, presidente fondatore dell’Isplad, la società internazionale di dermatologia plastica, rigenerativa e oncologica, e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis, a Milano.

A lui abbiamo chiesto: «Come possiamo preparare il nostro pediluvio di acqua e bicarbonato? Perché suggerisce di farlo ogni tre giorni?».
«Consiglio di mettere in una bacinella dell’acqua tiepida», risponde il professor Di Pietro «e di aggiungere un cucchiaino di bicarbonato, che rende la pelle morbida e profumata e svolge una azione disinfettante, impedendo la crescita di funghi e di batteri che si possono annidare tra le pieghe della dita, in particolare quando si usano scarpe chiuse che lasciano
“respirare” poco i piedi. In alternativa suggerisco di immergere nell’acqua rametti di rosmarino: questa erba aromatica ha un potere disinfettante ed emolliente, e mantiene i piedi sani e vellutati. Consiglio di lasciale i piedi in ammollo per un quarto d’ora e, poi, di asciugare bene».

LEGGI ANCHE: Piedi in forma con il pediluvio

«Che cosa consiglia a chi ha i calli?», gli domandiamo.
«Di passare la pietra pomice ogni sera per dieci volte sulle parti più dure del piede», spiega il professor Di Pietro. «La pietra pomice si trova facilmente anche nei supermercati, rende morbide le parti dure del piede, contrasta i calli e migliora la microcircolazione della pelle, mantenendola tonica e sana».

«Ogni quanto suggerisce di tagliare le unghie?».
«Una volta alla settimana», consiglia il professor Di Pietro «altrimenti si rischia di tagliarle troppo, soprattutto ai lati. Lasciate corte, le unghie potrebbero tendere a incarnirsi. Soprattutto se si portano scarpe con il tacco, l’unghia troppo corta inizia a crescere piano piano sotto la pelle e causa dolore».

«Perché consiglia di stendere sui piedi una crema idratante?».
«Consiglio una crema a base di ceramidi, vitamina C, delta lattone e soprattutto fospidin, un composto attivo formato da sostanze che derivano dalla soia, come i fosfolipidi, e dai crostacei, come la glucosamina: esse mantengono la pelle idratata e i piedi in salute»,
dice il professor Di Pietro.

«Perché raccomanda scarpe larghe?», gli domandiamo.
«Perché evitano calli e indurimenti della pelle», spiega il professor Di Pietro. «Inoltre raccomando di utilizzare le solette di silicone per mantenere più morbida la pelle dei talloni».

 

Facebook Comments

VEDI ANCHE: