Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Per avere un figlio non basta far sesso solo nel p...

Per avere un figlio non basta far sesso solo nel periodo fertile

gravidanzaIl periodo fertile del ciclo femminile dura sei giorni ed è compreso tra i cinque giorni che precedono l’ovulazione e le 24 ore successive. Per chi desidera una gravidanza, la logica suggerirebbe quindi di concentrare i rapporti sessuali in questo lasso di tempo. Due recenti studi scientifici condotti presso l’Università dell’Indiana hanno però suggerito che una regolarità sessuale, anche al di fuori del periodo fertile della donna, incrementerebbe le possibilità di concepire attraverso una particolare influenza sul sistema immunitario.

Le due ricerche hanno valutato il sistema immunitario durante l’intera durata del ciclo mestruale in una trentina di donne, metà delle quali sessualmente attive e metà no, concentrandosi rispettivamente sulla componente cellulare e sulla presenza di anticorpi.
Dall’analisi sono emersi dei cambiamenti sul fronte immunitario nelle diverse fasi del ciclo nelle partecipanti che praticavano sesso regolarmente. Queste modificazioni, che invece non si verificavano nelle donne che si astenevano, a quanto sembra contribuirebbero a favorire il concepimento.

Come evidenziato negli studi, nelle donne che hanno un’attività sessuale regolare, a ridosso dell’ovulazione si può notare una diminuzione delle immunoglobuline A, anticorpi presenti abitualmente nelle mucose genitali femminili, che possono interferire con il movimento degli spermatozoi e con altre fasi della fecondazione. In questo momento del ciclo, aumentano invece le immunoglobuline G, capaci di svolgere la funzione immunitaria senza interferire con l’area uterina.

Questi cambiamenti, che non si verificano nelle donne che non praticano sesso con regolarità, hanno secondo gli esperti, uno scopo preciso: favorire il concepimento, minimizzando i fattori che potrebbero ostacolarlo, ma garantendo al temp stesso un’adeguata difesa immunitaria all’organismo femminile da eventuali minacce esterne.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: