Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it

E la macchia se ne va

macchie cutaneeVi è mai capitato di ritrovarvi il viso cosparso di fastidiose macchie? Tra i tanti problemi cutanei a causa dei quali i pazienti si rivolgono a me, uno dei più diffusi è proprio quello delle macchie sul viso, dette anche melasmi, un disturbo che di per sé non è pericoloso ma che provoca in quasi tutte le persone un certo disagio psicologico.

I melasmi, che si presentano di solito intorno alla bocca, sulle guance e sulla fronte, colpiscono con più frequenza proprio le donne perché sono provocati spesso da variazioni ormonali, che si manifestano in situazioni tipiche della vita femminile come l’utilizzo della pillola anticoncezionale, la gravidanza o la menopausa. Queste variazioni favoriscono una distribuzione irregolare della melanina sulla cute, determinando la comparsa delle tanto odiate macchie.

Alle pazienti che si dirigono a me in cerca di una soluzione, propongo terapie in grado di schiarire le macchie. Negli ultimi tempi ho iniziato a usare una nuova sostanza, costituita da gel e sieri a base di fospidin, la cui efficacia si fonda sulle proprietà di alcuni zuccheri, capaci di fornire notevoli benefici alla pelle. Il fospidin, nello specifico, sfrutta le capacità di uno zucchero, la glucosamina, che consente di riparare i danni e l’invecchiamento cutaneo causati dall’esposizione solare. Il prodotto contiene poi fosfolipidi, sostanze che aiutano a rigenerare le cellule della pelle. Come alternativa, per schiarire le macchie si possono anche usare altri validi prodotti a base di acido cogico, acido azelaico, rucinolo o glabridina.

Naturalmente, le mie pazienti mi chiedono anche piccoli accorgimenti che permettano di prevenire la formazione dei melasmi. I primi consigli che do, allora, sono di applicare tutti i giorni sul viso creme a base di fospidin e di evitare alcuni errori quando si espongono al sole. Lo sbaglio tipico, ad esempio, è quello di esporsi dopo aver spruzzato sulla pelle deodoranti o profumi contenenti alcol, la cui azione unita a quella del sole può scatenare la comparsa delle macchie. Alle mie pazienti consiglio anche di non prendere il sole quando hanno spalmato sulla pelle una pomata antistaminica o se stanno seguendo una cura con antibiotici. Ricordo infine loro, ogni volta, che una buona prevenzione delle macchie sul viso si può fare anche attraverso un regime alimentare adeguato che predilga frutta e verdura, tra cui soprattutto uva, ananas, lattuga, spinaci crudi e coste.

Con un pizzico di attenzione, insomma, le macchie possono essere prevenute anzi che curate. E voi queste semplici regole le seguite?

Facebook Comments

VEDI ANCHE: