Per appuntamenti e informazioni 02.29406306 | info@istitutodermoclinico.com • Cerca il centro più vicino a te sul sito www.istitutodermoclinico.it
READING

Punture di calabrone: cosa fare?

Punture di calabrone: cosa fare?

punture insettiUno dei rischi più comuni nei periodi caldi è quello di essere punti da insetti, tra cui il calabrone.

Questo tipo di insetto, simile alle vespe ma di dimensioni più grandi, può attaccare per diverse volte le proprie vittime, perché a differenza dell’ape non perde il pungiglione. Cosa fare nell’eventualità ci si imbatta in un brutto incontro di questo genere?

Per prima cosa, bisogna precisare che le punture di calabrone non sono molto più velenose rispetto a quelle di api e vespe, ma sono solitamente più dolorose e non sono mai da sottovalutare, per evitare eventuali reazioni allergiche.

Quando si viene punti da un calabrone occorre innanzitutto disinfettare in maniera accurata la cute e, se il pungiglione è rimasto conficcato, toglierlo, sollevandolo o utilizzando un ago sterilizzato. E’ poi consigliabile applicare del ghiaccio o far scorrere acqua fredda sopra e intorno alla puntura per alleviare il dolore e ostacolare i processi infiammatori. Il prurito può essere invece placato con una pomata cortisonica.

Nel caso in cui le punture siano numerose, si possono manifestare sintomi di carattere generale come vomito, mal di testa, diarrea e febbre. Nelle persone più sensibili e allergiche le reazioni possono invece essere decisamente più gravi, partendo da difficoltà respiratoria fino a shock anafilattico. Nelle situazioni più gravi, che contemplano anche l’angioedema, ossia la comparsa di gonfiore tra cui quello al viso, occorre rivolgersi immediatamente al pronto soccorso.

Facebook Comments

VEDI ANCHE: